Home

Com’è nata la nostra città?

Com’è nata la nostra città?

23 Luglio 2019

Ivan Aivazovsky - la terra del Vesuvio

Koi Sushi Restaurant è un ristorante che sorge al centro di Napoli, nei pressi di Via Toledo, vicino a Piazza Plebiscito, a pochi metri dal Porto Beverello e il Castel Nuovo (Maschio Angioino) potremmo essere punto di riferimento non solo per tutti i Napoletani ma anche per i turisti.

Con l’articolo di oggi ci vogliamo rivolgere proprio a tutti i turisti che hanno scelto di visitare la nostra antica Città di Napoli, raccontandovi le origini di questa antica e magica città. L’origine della città di Napoli è legata a storie, miti e racconti molto antichi, come ad esempio quella della sirena Partenope.

Torniamo indietro di 3500 anni: La leggenda della Sirena Partenope viene raccontata da Omero nel XII canto dell’Odissea: Ulisse, noto per la sua curiosità, riuscì ad ascoltare il canto delle sirene, che si sa, attiravano i navigatori con le loro voci angeliche per poi ucciderli.

Avvisato dalla maga Circe, Ulisse prese perciò delle precauzioni: Ordinò ai suoi uomini di mettere dei tappi di cera alle orecchie, in modo da non udire alcun suono, e si legò all’albero maestro della sua nave dando ordine ai suoi uomini di non slegarlo per nessun motivo. L’idea ebbe un gran successo: Egli riuscì ad ascoltare i canti delle sirene ma senza cadere nella trappola di queste ultime che, dal dispiacere e dalla delusione, si suicidarono schiantandosi sugli scogli.

La Sirena Partenope fu portata dalle correnti marine fra gli scogli di Megaride, ovvero il luogo dove sorge oggi Catel Dell’Ovo, e lì fu trovata da alcuni pescatori che la venerarono come una dea: Una volta approdata sull’isolotto, il corpo della sirena si dissolse trasformandosi nella morfologia del paesaggio partenopeo: Il capo  appoggiato ad Oriente, verso Capodimonte, mentre i piedi tendevano ad Occidente, verso Posillipo.

Il mito possiamo trovarlo anche nei luoghi limitrofi della città: L’isola di Capri, ad esempio, viene considerata la terra delle Sirene perché, difatti, osservandola dal Golfo di Napoli possiamo notare i tratti di un corpo femminile.

Ma attenzione, esiste un’altra versione della leggenda, dove si narra che Partenope fosse in realtà una fanciulla, originaria un paesino greco che affacciava sul Mar Jonio, innamorata di un giovane di nome Cimone. Ma questo amore era contrastato da suo padre che l’aveva promessa in sposta ad un altro ragazzo. 
Per evitare tutto ciò, un giorno, i due innamorati, decisero da fuggire dalla Grecia approdando sulle coste italiche, dove scoprirono una terra molto fertile e la voce ben presto si sparse: In molti arrivarono sulle coste di Napoli, per visitare un luogo così meraviglioso ed incantevole e Partenope, amata e rispettata per la generosità che aveva dimostrato nei confronti di chi approdasse su quelle terre, divenne la Signora dei Partenopei,  diventando così la protettrice della città, che ancora oggi dopo tutto questo tempo viene ancora chiamata la “città partenopea”.
Buona scoperta di Napoli e tra una passeggiata e l’altra sappiate che il nostro ristorante è sempre aperto ogni giorno con la formula All You Can Eat, pronti a farvi recuperare le energie con il nostro sushi.
Condividi

no comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Written by.
UrloCom