Casa

La storia del Sushi in Italia

La storia del Sushi in Italia

28 Gennaio 2020

Hirazawa Minory

La storia di Hirazawa Minory, aka Shiro, è quella di uno chef visionario, uno chef nato nel 1946 nella provincia giapponese di Negano e diplomato alla prestigiosa scuola di cucina di Tsuki ad Osaka, approdato a Roma nel 1972 per guidare i primi passi di un ristorante che avrebbe portato la cucina e la cultura del Sol Levante dapprima nella Città Eterna, poi a Milano e poi in tutta Italia.

La dedizione lo ripaga: Correva l’anno 1977 quando si trasferì a Milano per gestire un semplice negozio di alimentari giapponesi. Poi? La svolta.

La trasformazione di questo piccolo negozio in un vero e proprio Sushi – bar, con bottega annessa.

Uno dei primi incontri della cucina giapponese con la cultura italiana, un momento unico ed eccezionale. Il resto è storia!

 

Quanti anni sono passati?

Più di quaranta ormai! E nell’ormai 2020 possiamo dire che la “cultura” del Sushi si è ampiamente radicata anche in Italia, quelle famose polpette di riso e pesce giapponesi hanno conquistato un popolo dalla cultura culinaria diversissima, ma aperta da sempre a nuovi assaggi.

Dietro questo cibo c’era e c’è ancora un’unione fra culture ma non solo, c’è la possibilità di condividere la bellezza di un pranzo o una cena particolare con amici, parenti o con il proprio partner.

Il Ristorante giapponese Koi Sushi di Napoli si occupa proprio di questo, di promuovere, sostenere e stimolare la crescita della cultura del Sol Levante anche in Italia, proponendo piatti, location ed ambienti tipici!

 

Vienici a trovare, ti aspettiamo a Via Monteoliveto, 35 a Napoli, in una posizione strategica vicino all’Università ed al centro!

All You Can Eat tutti i giorni al prezzo di soli 15 euro a pranzo e 23 euro a cena, più servizio Take Away con cui potrai ordinare, prendere, portare via e mangiare dove e quando vuoi!

Condividi

Scritto da.
UrloPartner